Perché vale la pena proteggere la testa nella stagione invernale?

Rate this post

Perché vale la pena proteggere la testa nella stagione invernale?I medici ritengono che indossare un cappello nella stagione invernale sia vantaggioso per il benessere. In questo modo, proteggiamo non solo la testa, ma anche tutto il corpo dall’ipotermia, cioè dal raffreddamento. Il criterio per scegliere un cappello è sia considerazioni estetiche, sia il suo obiettivo e il prodotto in cui è realizzato. Di conseguenza, un copricapo diverso funzionerà sicuramente quando si passeggia e un altro quando si corre o si fa snowboard. Esattamente come selezionare il cappello ideale in inverno? Da quale materiale dovrebbero essere fatti cappelli che proteggeranno la pelle della nostra testa?

Vale la pena ricordare che la sensazione di freddo così come la temperatura in alcune persone può essere influenzata da aspetti come:

  1. molto meno esercizio,
  2. maturazione,
  3. assunzione di alcuni medicinali,
  4. malattie della tiroide,
  5. problemi diabetici,
  6. Condizione di Parkinson,
  7. malattia articolare.

L’aria condizionata del corpo può causare ipotermia e, di conseguenza, aggravare i problemi con il cuore, i reni e anche il fegato. Di conseguenza, è molto importante salvaguardare dal clima in inverno non solo la testa, ma anche il resto del corpo, utilizzare scarpe impermeabili, coprimani, cappotti da un materiale che protegge contro l’umidità e il gelo.

Protezione della testa nella stagione invernale, perché indossare un cappello?

È difficile nascondere che il vento e il gelo creano disagio termico. D’altra parte, il mito è che senza un copricapo in inverno, il corpo perde circa il 70 percento. Cozy. Nel 2008, gli scienziati del College of British Columbia in Canada hanno dimostrato che questo è entro l ‘ 11 per cento., cioè, intorno all’altezza della superficie del corpo è la testa. Tuttavia, le raccomandazioni dei professionisti medici riguardanti l’uso di un cappello nel periodo autunno-inverno rimangono le stesse per diversi fattori essenziali di salute e benessere. Prima di tutto, la testa è solo una delle parti più vitali del corpo. Consiste di: la mente, l’organo della parola, la vista, l’olfatto, l’udito e anche il ribelle responsabile della sensazione di equilibrio.

Protezione della testa nella stagione invernale, perché indossare un cappello?Sorprendentemente, anche se c’è un ipotalamo responsabile nel cervello m.in. per le procedure di termoregolazione del corpo, il cuoio capelluto stesso non ha lo spessore appropriato dello strato di tessuto adiposo, che può fornire isolamento dal freddo. Pertanto, le orecchie, le guance e la pelle del viso reagiscono prontamente al freddo e al vento. È sbagliato pensare che, in un certo senso, i capelli forniscano al cuoio capelluto protezione dal freddo. I capelli lottano anche con un livello di temperatura ridotto. Perdono il loro splendore sotto la sua influenza, diventano opachi, fragili e fragili. Ripristinare la loro condizione è un processo lungo, che richiede tempo e perseveranza.

Copricapo in inverno così come la baia

Proteggere la testa e anche le orecchie dal freddo è la cosa migliore che possiamo fare per i tuoi seni, che nella stagione invernale non hanno convenientemente. Hanno problemi con il gelo, il vento, l’aria completamente secca dal riscaldamento domestico interno e anche una grande distinzione del livello di temperatura. È importante sottolineare che i problemi con i seni non devono apparire subito dopo il freddo, oltre a finire per essere attivi solo dopo alcuni anni. Di conseguenza, merita di neutralizzarlo indossando un cappello.

Copricapo in inverno così come la baiaIl tappo non solo evita il dolore termico causato dalla temperatura ridotta al di fuori, infezioni frequenti e anche la malattia del seno, ma allo stesso modo protegge il cuoio capelluto. Un’enorme differenza tra il livello di temperatura all’esterno e all’interno dello spazio può creare disturbi delle ghiandole sudoripare. Il cappuccio permette loro di prevenire shock termici e, di conseguenza, di combattere i problemi dei capelli che sono compromessi da livelli di temperatura ridotti, gelo, umidità e vento. È necessario, tuttavia, che a causa dello stretto contatto del cappuccio con il cuoio capelluto, non consentano ai batteri e ai funghi di moltiplicarsi. Il lavaggio costante del tappo e ogni volta specifico risciacquandolo in acqua con aceto, consente di mantenere una salute adeguata, antifungina e anche antibatterica.

Lascia un commento